ASILO APERTO AD AGOSTO E SOSTEGNO A FAMIGLIE

ASILO APERTO AD AGOSTO E SOSTEGNO A FAMIGLIE

29/03/2020

ASILO APERTO AD AGOSTO E SOSTEGNO A FAMIGLIE CON BAMBINI IN ASILI PRIVATI: ECCO IL PIANO DI COMUNE E AMBITO XX

All’interno dei  fondi assegnati al Comune di Porto Sant’Elpidio per i finanziamenti 0/6 anni, l’Amministrazione Comunale ha deciso di destinare il 50% dei fondi per dei voucher che verranno consegnati alle famiglie con bambini iscritti ai nidi e ai centri infanzia privati.

I voucher avranno un importo di 300 euro e dovranno essere utilizzati dalle famiglie per pagare la retta degli asili nel periodo di sospensione causato dall’emergenza sanitaria Corona Virus.

I fondi però, per decisione ministeriale, non potranno essere impiegati per i nidi domiciliari.

Inoltre, il Comune di Porto Sant’Elpidio insieme ai Comuni dell’Ambito XX: Monte Urano e Sant’Elpidio a Mare , ha presentato alla Regione Marche , sempre nell’ambito del fondo 0/6, un progetto condiviso destinato a tenere i nidi pubblici aperti fino al 14 agosto.

Qualora, quindi, il Governo disponga la riapertura degli asili, se il progetto verrà approvato e finanziato dalla Regione Marche, i nidi pubblici non chiuderanno nel mese di luglio come consuetudine ma resteranno aperti fino al 14 agosto in base alle risorse disponibili che verranno assegnate.

“Come Amministrazione Comunale – spiega il Sindaco Nazareno Franchellucci – stiamo mettendo in campo le risorse a disposizione per aiutare le famiglie e, al contempo, sostenere i nidi privati che a gran voce hanno dichiarato la difficoltà di poter sopravvivere a causa delle chiusure dovute all’emergenza sanitaria. È nostra intenzione, inoltre, qualora il progetto venga approvato dalla Regione Marche, far recuperare una parte dei giorni persi prolungando l’apertura dei nidi pubblici fino al 14 agosto. E' uno sforzo necessario per mandare un segnale di attenzione. E’ necessario che ogni istituzione faccia la propria parte per venire incontro alle esigenze delle famiglie.”

L’Assessore Luca Piermartiri ha concluso: “Questi progetti vanno a potenziare e ad aggiungersi alla decisione  dell’Amministrazione Comunale di ridurre la retta mensile dei minori frequentanti i centri infanzia “l’isola che non c’è” e “La carovana dei piccoli mocciosi” della tariffa giornaliera relativa al numero di giorni di sospensione dell’attività educativa disposti dalle ordinanze che si sono succeduti dal 25 febbraio 2020. Il nostro territorio , come del resto l’intera Italia, si trovano a fronteggiare un difficile momento sociale, sanitario ed economico che sta mettendo a dura prova le imprese ed a cascata anche i nuclei familiari. Con questa decisione vogliamo dare un segnale di vicinanza alle famiglie”.

 

 

 

 

Condividi