MESSAGGI PUBBLICATI URBANISTICA

Pagina 1 su 3 in totale



  • EDILIZIA': Per quali lavori va presentata la Segnalazione di Inizio Attività (S.C.I.A.)?

    La segnalazione di inzio attività o S.C.I.A. È utiizzata per tutti quei lavori che non rientrano nelle attività segnalate nele precedenti risposte. Si tratta quindi di una attività del tutto residuale. In via generale può essere utilizzata per la realizzazione di interventi pertinenziali quali gazebo e strutture ombreggianti in genre, opere di restauro e risanamento conservativo.

  • EDILIZIA': Per quali lavori edilizi va presentato il Permesso di Costruire?

    Gli interventi soggetti a permesso di costruire sono i seguenti: nuova costruzione, ristrutturaione urbanistica, ristrutturazione edilizia, opere di urbanizzazione.

  • EDILIZIA': Per quali lavori edilizi va presentata la Denuncia di Inizio Attività (D.I.A.)?

    La denuncia di inzio attività non è stata completamente eliminata dalla SCIA. Essa viene utilizzata in alternativa del permesso di costruire nei seguenti casi: interventi di ristrutturazione edilizia, interventi di nuova costruzione o ristrutturazione urbanistica quando sono disciplinati da piani attuativi (lottizzazioni, piani di recupero ecc.) molto dettagliati e che prevedono in maniera esplicita l'utilizzo della D.I.A.

  • EDILIZIA': Per quali lavori edilizi va presentata la Comunicazione di Inizio Attività (C.I.A.)?

    La comunicazione di inizio attività presentata dal proprietario, senza alcun altro documento, può essere utilizzata per i seguenti lavori: interventi di manutenzione straordinaria, opere dirette a soddisfare esigenze temporanee e ad essere rimosse entro il termine di 90 giorni, opere di pavimentazione esterna, ivi comprese intercapedini interrati e non accessibili, vasche di raccolta delle acque e locali tombati,pannelli solari ed impianti fotovoltaici, aree per il gioco non a pagamento, arredo delle aree di pertinenza degli edifici esistenti. La comunicazione di inizio attività deve invece essere corredata da elaborati di progetto, relazione tecnica, asseverazione del tecnico, documentazione fotografica e dati dell'impresa esecutrice nel caso in cui si operino modifiche interne (apertura e chiusura di porte, spostamento di pareti ecc.) senza variazione delle unità immobiliari e mutamento del carico urbanistico. La comunicazione si utilizza anche per modifiche interne ai locali di esercizio d'impresa.

  • EDILIZIA': Cosa serve per poter installare un'insegna o altro tipo di impianto pubblicitario?

    Per poter installare un qualsiasi mezzo pubblicitario (insegna di esercizio, cartelli pubblicitari. bacheche, striscioni ecc) è necessario fare richiesta di autorizzazione in bollo da Euro 16,00, su apposito modulo (ALLEGARE IL MODELLO IN PDF). Al modulo va allegata tutta la documentazione tecnica indicata nello stesso che è da consisderarsi minima ed obbligatoria. L'installazione dei mezzi pubblicitari è regolamentata dal Piano Generale degli Impianti Pubblicitari. Alla richiesta va allegata una ulteriore marca da bollo da euro 16,00 da applicare sulla relativa autorizzazione ed un versamento per diritti di segreteria pari ad Euro 100,00.

     VEDI ALLEGATO

  • CERTIFICAZIONI: Cosa serve per essere autorizzati ad abbattere una pianta?

    L'autorizzazione all'abbattimento di piante va richiesta solo ed esclusivamente per le piante protette. L'elenco delle piante protette è quello di cui all'articolo 1 della legge regionale 7/1985 in caso di piante poste all'interno del centro abitato, quello dall'articolo 20 della legge regionale 6/2005 in caso di piante poste al di fuori del centro abitato. Le piante protette possono essere abbattute se: impediscono la realizazzione di opere pubbliche o di pubblica utilità, se funzionali alla edificazione o ristrutturazione di uno o più edifici, se gli alberi sono attaccati in maniera irreversibile da parassiti, se rappresentano pericolo per l'incolumità delle persone, se arrecano danni alle costruzioni o a reti tecnologiche (fognature, condotte elettriche, gas ecc). La richiesta va formulata in bollo su apposito modello disponibile sul sito. Alla domanda va allegata tutta la documentazione indicata sul modello stesso, nessuna esclusa. Unitamente alla domanda va consegnata una ulteriore marca da bollo da Euro 16,00 da applicare sull'autorizzazione ed un vesamento di diritti di segreteria per Euro 120,00. In caso di alberi completamente secchi o schiantati la domanda di autorizzazione è sostituita da una semplice comunicazione.

     VEDI ALLEGATO

  • CERTIFICAZIONI: Come avviene l'accesso agli Atti di tipo Urbanistico ed Edilizio?

    L'accesso agli atti in deposito presso l'ufficio avviene in maniera diversificata a seconda della tipologia degli atti stessi. Per i piani urbanistici generali ed attuativi (Piano regolatore, Piani di Lottizzazione, Piani di recupero ecc.) l'accesso avviene in maniera diretta da parte di tutti i cittadini senza alcuna restrizione e durante l'apertura al pubblico degli uffici. per quanto riguarda le pratiche edilizie i diretti proprietari degli immobili o i tecnici da loro delegati possono avere accesso diretto alla pratica. In caso di accesso agli atti di pratiche relative ad immobili non di proprietà va depositata apposita domanda nella quale va specificato in maniera diretta qual è l'interesse legimitto a visionare la pratica (es. tutela dei diritti dei terzi ecc.), nel contempo l'ufficio provvederà ad informare il proprietario dell'accesso richiesto. In caso in cui non sia dimostrato un interesse legittimo, l'accesso agli atti dovrà essere autorizzato dal proprietario. L'accesso agli atti è gratito, vanno rimborsate eventuali copie estratte.

  • CERTIFICAZIONI: Cosa serve per richiedere l'Attestazione di Appartenenza di un Immobile al Piano di Recupero?

    Per richiedere tale certificazione serve una richiesta in bollo (euro 16,00) con l'indicazione catastale dell'immobile di cui si richiede l'attestazione. Ala domanda va allegata una ulteriore marca da dollo da Euro 16,00 da appplicare al certificato ed il versamento di diritti di segreteria pari a 30,00. Tale certificato serve per ottenere benefici fiscali negli atti di compravendita di immobili.

  • CERTIFICAZIONI: Cosa serve per richiedere un Certificato di Idoneità Alloggio?

    Il certificato di idoneità alloggio attesta, sulla base del calcolo della superficie calpestabile, quante persone possono dimorare all'interno di un appartamento. Esso di solito viene richiesto per consentire i ricongiungimenti familiari di cittadini extracomunitari o per accedere alle graduatorie per l'assegnazione delle case popolari (nel caso in cui l'alloggio sia inidoneo per il numero delle persone che lo occupa). Per formulare la richiesta è necessario riempire il relativo modulo ed allegare allo stesso: contratto d'affitto o atto di proprietà, attestazione del pagamento della tassa smaltimento rifiuti. Il certificato è richiesto e rilasciata in carta semplice, previo versamento di diritti di segreteria pari ad Euro 30,00.

     VEDI ALLEGATO

  • CERTIFICAZIONI: Cosa serve per richiedere un Certificato di Destinazione Urbanistica?

    Il certificato di destinazione urbanistica è quello che attesta la destinazione d'uso delle aree, secondo le indicazioni del Piano Regolatore Generale. Per ottenerlo serve una richiesta in bollo da Euro 16,00 nella quale il proprietario, o altro soggetto interessato, indica la descrizione catastale dell'area interessata dalla certificazione e la sua superficie. Alla richiesta va allegato un estratto catastale delle aree interessate, una ulteriore marca da bollo da Euro 16,00 da applicare al certificato. Per le successioni la richiesta ed il relativo certificato sono in carta semplice. per il certificato di destinazione urbanistica vanno versati diritti di segreteria pari ad Euro 40,00 fino a 15 particelle catastali, oltre le 15 particelle i diritti sono pari ad Euro 52,00.

Ci sono 3 pagine con i risultati:
1 2 3